SS 121: uomo travolto da un furgone sulla Statale, la vittima è un biancavillese di 47 anni

0
8170
Pubblicità

Ennesimo incidente stradale mortale lungo la Statale 121. A perdere la vita un biancavillese di 47 anni, Antonio La Cava. Sotto shock l’uomo che era con lui, un altro biancavillese. La tragedia è avvenuta, intorno alle 20:30, in un tratto di strada ricadente nel territorio di Belpasso. Secondo una prima ricostruzione della dinamica dei fatti l’uomo e il suo amico sarebbero rimasti in panne con la macchina, una Lancia Y10, per mancanza di carburante, mentre proseguivano in direzione Catania, proprio a circa 400 metri dal rifornimento SP Pappalardo. Da li la decisione di andare a piedi, con un bidoncino, sino alla stazione di servizio per acquistare il carburante necessario. Al ritorno hanno svuotato il tutto nel serbatoio della macchina ma al momento dell’accensione non si è messa in moto. I due dunque hanno provato a far ripartire più volte l’auto e proprio durante queste prove La Cava, che non era il proprietario dell’Y10 ma lo è l’amico, proprio mentre stava entrando nel posto guida per riprovare ad accendere il motore, è stato travolto da un furgone, Citroen Berlingo.

Completamente divelto anche lo sportello della Lancia e seriamente danneggiata la parte anteriore ed il parabrezza del furgone a testimonianza del forte impatto. Nel trambusto a cadere a terra è stato anche l’amico di La Cava, proprietario della Y10, ma per fortuna non ha riportato ferite. Inevitabile però lo shock per lui. Tanta paura e qualche contusione per il conducente del furgone. Lanciato l’allarme, sul posto sono giunte due ambulanze del 118. Per Antonio La Cava nulla è stato possibile fare. È morto sul colpo. Lascia moglie e figli. Sono stati i Carabinieri ad occuparsi dei rilievi e della gestione del traffico.

Antonio La Cava era un imprenditore molto conosciuto in città. Nel 2006, era stato il Sindaco di Biancavilla, Mario Cantarella, a premiarlo per un atto eroico con il “premio Stissi” istituito in memoria di per l’appunto di Placido Stissi morto, ironia della sorte, anche lui travolto da un’auto sulla Tangenziale mentre era impegnato a soccorrere un automobilista in difficoltà. Il premio gli fu consegnato per aver contribuito fattivamente a disincastrare il piede di una bambina rimasta bloccata per diverse decine di minuti in una delle fessure di una grata di pietra lavica durante il concerto in piazza Roma del cantante Albano. Dopo molti tentativi e lo sfinimento della piccola, La Cava riuscì ad introdursi nella condotta agendo dall’interno e permettere così alla bambina di liberarsi.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here