Paternò: il Covid uccide anche il vice segretario generale del Comune Lucia Longo

0
387
Il Covid miete un’altra vittima a Paternò. È morta nella notte, all’ospedale San Marco di Catania, dove era ricoverata, Lucia Longo, funzionario del comune di Paternò. Aveva 63 anni. Era vice Segretario Generale dell’Ente e capo settore dell’ufficio Cultura, Sport, Turismo e Spettacolo. Positiva al virus alla fine del mese di marzo, le sue condizioni sono progressivamente peggiorate sino a rendersi necessario il ricovero. Da qualche giorno era stata intubata e nella notte, purtroppo, il suo cuore ha cessato di battere. Al comune, in passato, aveva ricoperto anche il ruolo di poliziotta municipale con il grado di tenente. A dare la notizia della morte della dottoressa Longo, il Sindaco di Paternò, Nino Naso, che in un post su Facebook ha scritto: “Oggi il nostro Comune si sveglia a lutto, ci lascia la dott.ssa Lucia Longo. È una perdita incommensurabile, lascia un vuoto incolmabile, una professionista seria e apprezzata, disponibile e generosa. Sono sconvolto e devastato dal dolore. Fin dal primo momento in cui si è insediata la mia Amministrazione è nata un’empatia, fin da subito si è instaurato un clima di fiducia e di collaborazione, a lei ho affidato compiti importanti nel nostro Comune che ha svolto fino all’ultimo giorno con professionalità, altruismo e generosità; era il nostro vice Segretario Generale e il capo del Settore Cultura, Turismo, Sport e Spettacolo. Più che un rapporto da sindaco a funzionario, era nato un grande rapporto di amicizia e di affetto che ci vedeva insieme al servizio della comunità paternese. Non posso credere, cara dott.ssa Longo, di non vedere e non sentire più le tue battute, il tuo modo diretto e solare di porgerti durante i nostri incontri e le nostre attività. Sento ancora riecheggiare il tuo sorriso sempre aperto e franco che riusciva a stemperare momenti di intenso lavoro e a volte di preoccupazione; non lasciavi mai nessuno da solo e avevi sempre una parola buona per tutti. Riposa in pace cara amica, non lasciarci da soli, anche da lassù aiutaci, noi ancora abbiamo tanto bisogno di te”.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here