Paternò: condannato l’ex direttore della “Gazzetta Rossazzurra”

0
2314
Pubblicità
3 anni e 4 mesi di reclusione. È sentenza definitiva della Corte Suprema di Cassazione con la quale condanna l’ex direttore e del periodico la “Gazzetta Rossazzurra” di Paternò, Vincenzo Anicito, 46 anni, radiato già in precedenza dall’Ordine dei Giornalisti di Sicilia. È stato rigettato e dichiarato inammissibile dunque il ricorso presentato dallo stesso Anicito dopo la sentenza di condanna inflittagli dalla Corte d’Appello. La vicenda risale a diversi anni addietro e riguarda una controversia avuta con una sua collaboratrice quando lui era direttore del periodico. Secondo quanto ritenuto dai Giudici, Anicito avrebbe costretto la giovane aspirante pubblicista a pagarsi da sé le retribuzioni e la ritenuta di acconto, elementi questi indispensabili per ottenere l’iscrizione all’Ordine. La Cassazione ha dunque confermato la sentenza della Corte d’Appello del 2019 condannando l’ex direttore al risarcimento di 20 mila euro nei confronti della sua ex collaboratrice Vanessa Neri per il danno morale e patrimoniale e al risarcimento di 10 mila euro all’Ordine dei Giornalisti di Sicilia che aveva denunciato il fatto costituendosi poi parte civile nel procedimento giudiziario. Inoltre Anicito è stato interdetto dai Pubblici Uffici per 5 anni inoltre dovrà pagare una multa da 1.000 e le spese processuali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here