Paternò: arrestate tre persone per diverse rapine

0
1353
Tre persone sono state arrestate dai Carabinieri della Compagnia di Paternò a seguito di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Catania e la Procura dei Minori di Catania. In carcere sono finiti Alfio Emanuele longo di anni 32 e un 16enne di Paternò. Ai domiciliari una donna di 25 anni. I giovani sono ritenuti responsabili in concorso di due rapine, avvenute nel mese di aprile del 2018, ai danni del supermercato “A&O” di corso Italia a Paternò. Inoltre sono ritenuti responsabili di una rapina in abitazione commessa sempre nel mese di aprile 2018, ai danni di una donna ultrasessantacinquenne. A seguito della denuncia di rapina commessa in data 17.04.2018 ai danni del supermercato, i militari visionando le immagini registrate dalle telecamere presenti in zona hanno analizzato che uno dei rapinatori era armato di coltello ed entrambi avevano agito travisati da passamontagna. Gli stessi rapinatori sono stati ripresi lungo il percorso di fuga: allontanandosi dal supermercato si erano tolti il passamontagna indossato, rendendo così possibile ai Carabinieri del Nucleo Operativo di Paternò il riconoscimento e la successiva identificazione. Due giorni dopo, i due, aiutati dalla donna, hanno commesso una seconda rapina ai danni della stessa attività commerciale. Le immagini di videosorveglianza hanno evidenziato che la donna, convivente di Longo, aveva effettuato un sopralluogo all’interno del negozio per poi avvisare telefonicamente il compagno che si trovava all’esterno in funzione di “palo”, favorendo la commissione della rapina da parte del minore. L’11.04.2018 i tre giovani avevano inoltre rapinato una abitazione di una ultrasessantacinquenne. Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria gli arrestati sono stati tradotti rispettivamente presso la Casa Circondariale di “Piazza Lanza” e l’Istituto Penitenziario per Minorenni “Bicocca” di Catania, mentre la donna presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari.

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here