Catania: imprenditore minaccia il suicidio, apprensione in via Etnea

0
1693
Pubblicità

Un imprenditore di 66 anni di Randazzo questa mattina ha minacciato di suicidarsi gettandosi nel vuoto. È accaduto a Catania. L’uomo è salito sul cestello di un camion, posteggiato in via Etnea, davanti un ingresso laterale del Municipio, per bloccare la vendita all’asta da parte del Tribunale di Catania, di un suo capannone prevista per domani nell’ambito di una procedura fallimentare. L’uomo è arrivato nel centro di Catania con il camion, di sua proprietà; ha posteggiato il mezzo e poi si è elevato col cestello ad un’altezza di circa 10 metri mettendosi anche una corda al collo chiedendo di poter parlare con il Sindaco Pogliese, il Presidente della Regione Musumeci e altre autorità. Sono stati momenti di vera paura per i presenti. Ad intervenire sul posto la Polizia, il personale del 118 e i Vigili del Fuoco con l’autoscala ed il carroteli. L’uomo però, vedendo in azione i pompieri che stavano cercando di intervenire per salvaguardare la sua sicurezza minacciava di lanciarsi. Per questo motivo la situazione è stata difficile da gestire. Gli agenti della Digos della Questura hanno dunque intrapreso un dialogo con l’uomo. Ad interloquire con lui successivamente anche l’assessore del Comune di Catania Pippo Arcidiacono, un suo familiare e il sindaco di Randazzo. Dopo un’ora di trattative e alcuni momenti di tensione l’imprenditore ha poi desistito, scendendo spontaneamente dal cestello.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here