Bronte: sequestrate 6 mila confezioni di detergente illecito

0
565
La Guardia di Finanza della Compagnia di Paternò impegnata nel controllo delle caratteristiche dei prodotti maggiormente richiesti dopo l’inizio dell’allarme sanitario in corso (maschere protettive, guanti, gel igienizzanti, etc…), ha individuato, a Bronte, un soggetto economico a seguito di una specifica ed attenta attività di Polizia Economico-Finanziaria sequestrando 6.074 confezioni di normale prodotto detergente, corrispondenti a 7.115 litri, illecitamente posto in vendita quale sanificante senza che ne fossero state preventivamente verificate le reali qualità biocide. Recatisi presso la sede del commerciante all’ingrosso di detersivi, le Fiamme Gialle hanno rinvenuto decine di confezioni di detergente, qualificate sull’etichettatura quali sanitizzante, pronti per l’illecita vendita. Infatti, la capacità battericida, ovvero l’essere in grado di eliminare i virus eventualmente presenti sulle superfici del mobilio e delle suppellettili, deve essere appurata nel corso di approfondite analisi chimiche e comprovata da una specifica autorizzazione ministeriale prima che il prodotto venga immesso in commercio. Tale circostanza è molto importante per evitare sia potenziali rischi per la salute pubblica, non avendo cognizione delle reali caratteristiche e delle eventuali controindicazioni del prodotto, sia che i clienti vengano semplicemente indotti in errore a seguito delle false indicazioni riportate sulla confezione. Per tale ragione, i militari hanno proceduto al sequestro della merce ed hanno segnalato il titolare della società alla locale Autorità Giudiziaria per frode in commercio. Nel contempo, altri Reparti del Corpo sono stati interessati per il sequestro del medesimo prodotto già distribuito a diversi clienti sull’Isola.

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here