Bronte: controlli anti-covid, denunce e sanzioni

0
602
I Carabinieri della Compagnia di Randazzo e quelli del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Catania hanno condotto uno specifico servizio volto al controllo del rispetto della normativa sul lavoro e al contrasto alla diffusione epidemica del virus COVID-19. Nel corso dell’attività svolta a Bronte sono state controllate complessivamente tre ditte e sono state deferite in stato di libertà una 60enne ed una 41enne, per violazioni della normativa. La prima donna, titolare di una ditta di movimento terra, è stata denunciata per non aver inviato a visita medica periodica i lavoratori dipendenti, per non aver ottemperato alla prevista formazione in materia di sicurezza sul lavoro e per non aver predisposto la recinzione del cantiere edile. Inoltre sono stati identificati 2 lavoratori in nero per i quali è stata contestata un’ammenda di 3.500 euro ed irrogata la maxi sanzione amministrativa per il lavoro in nero di 7.500 euro. Successivamente i militari dell’Arma hanno continuato l’attività presso un negozio di abbigliamento, denunciando l’amministratore unico per aver utilizzato strumenti audiovisivi in assenza di autorizzazione. Nel contesto è stata irrogata una sanzione amministrativa di 400 euro, poichè non era in possesso del protocollo aziendale condiviso previsto dalla normativa volta al contrasto alla diffusione dell’epidemia da COVID-19.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here