Biancavilla: “verificare subito la gestione dell’emergenza Covid all’ospedale prima che la situazione degeneri”. Altra lettera dell’avvocato Ingiulla

0
1176

Nuova lettere dell’avvocato Andrea Ingiulla con la quale interviene per sollecita nuovamente i Sindaci di Biancavilla e Adrano, affinchè si attivino presso i vertici dell’ASP di Catania al fine di verificare la corretta gestione dell’emergenza sanitaria presso l’ospedale di Biancavilla alla luce della crescita del numero dei contagi. L’avvocato biancavillese scrive: “…mi pervengono notizie alquanto preoccupanti in merito alla gestione dei contagi all’interno dell’ospedale di Biancavilla. In particolare mi è stata segnalata la totale carenza di dispositivi di sicurezza individuale per il personale sanitario che opera all’interno del Pronto Soccorso; il notevole ritardo con cui pervengono gli esiti dei tamponi effettuati sia sul personale che sui pazienti sospetti Covid, visto che in alcuni casi sono stati impiegati addirittura dodici giorni per avere i risultati. A tale proposito, mi è stata segnalata la presenza di una paziente anziana che è stata ricoverata nell’astanteria del Pronto Soccorso per circa quattro giorni, e che solo oggi, dopo essere risultata positiva al Covid, è stata trasferita. Peraltro la suddetta paziente sarebbe stata sottoposta anche ad accertamenti diagnostici strumentali, per cui si sarebbe avuta la sua presenza anche in altri reparti dell’ospedale. Mi è stato pure riferito che nella mattinata del 22.4.2020 sono stati svuotati i locali del Pronto Soccorso per effettuare la sanificazione, ma dopo qualche ora sono stati fatti rientrare tutto il personale sanitario ed i relativi pazienti. Non vi nascondo che mi pervengono diverse segnalazioni di persone che sono estremamente allarmate e preoccupate, per cui Vi ribadisco l’urgenza di attivarvi con i responsabili dell’ASP, al fine di verificare la gestione dell’ospedale di Biancavilla, prima che la situazione degeneri in modo irreparabile”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here