Biancavilla: si ridimensiona il caso della presunta aggressione nei confronti di un giovane disabile

0
2702
Pubblicità

Si ridimensiona il caso della presunta aggressione nei confronti di un giovane con difficoltà cognitive avvenuta ieri sera, intorno alle 20, nei pressi di piazza Martidi d’Urngheria a Biancavilla. I parenti della presunta vittima affermano che il congiunto sarebbe stato brutalmente aggredito da un gruppo di ragazzi. Aggressione smentita invece dagli accusati. “Siamo stati noi aggrediti dal giovane” dicono. La lite fra uno dei ragazzi e la presunta vittima sarebbe avvenuta e nel parapiglia generale alcuni presenti hanno raccontato di una vera e propria aggressione. I familiari dei ragazzi accusati negano l’avvenuta aggressione. “I nostri figli non farebbero mai una cosa simile, non hanno alzato le mani e non hanno picchiato nessuno, anzi si sono difesi” dicono a Star News. Versione opposta invece quella dei familiari del ragazzo. “Lo hanno massacrato”, affermano annunciando querela. Intanto ieri la presunta vittima è stata trasportata al Pronto Soccorso dell’ospedale di Paternò per accertamenti. È stata sottoposta a radiografie e poi è stata dimessa. Non avrebbe riportato lesioni di rilievo. Sull’episodio stanno indagando i Carabinieri della Stazione di Biancavilla. Al vaglio anche le immagini video registrati da impianti di videosorveglianza della zona.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here