Biancavilla: processione della Madonna dell’Elemosina sotto la pioggia, l’Icona portata in chiesa dai Carabinieri

0
3861
Pubblicità

Processione del fercolo con l’Icona della Madonna dell’Elemosina bagnata dalla pioggia quella di questa sera a Biancavilla. Alle 19 è stata celebrata in chiesa Madre la Santa Messa presieduta dal cardinale Paolo Romeo con la presenza del Papas Gentian Anton Gjonej dell’Arcidiocesi Ortodossa d’Italia e Malta del Patriarcato Ecumenico di Costantinopoli. Al termine della celebrazione Eucaristica il quadro della Madonna è stato posizionato sul fercolo per l’avvio della processione. Ad annunciare l’uscita dalla chiesa i fuochi d’artificio. Il corteo religioso ha percorso il tradizionale tragitto sino a giungere dinanzi al palazzo municipale dove ha avuto luogo l’omaggio floreale del Sindaco Antonio Bonanno. Novità di quest’anno, in occasione del 70° anniversario dell’incoronazione della Madonna avvenuta il 3 ottobre 1948, la decisione di far giungere la processione sino al convento dei Frati Minori. Ecco dunque, che dopo il passaggio davanti al municipio, si è proseguiti per via Giulio Verne sino ad arrivare in piazza San Francesco proprio dinanzi al sagrato dell’omonima chiesa. Ad attendere l’arrivo del fercolo la fraternità francescana. Dopo un piccolo momento di preghiera e un breve messaggio da parte di fra Antonio Vitanza, guardiano del convento, si è abbattuta la pioggia all’improvviso. Sono stati momenti concitati per cercare di mettere al riparo e in sicurezza la Sacra Icona. Il quadro è stato portato giù dal fercolo e messo al sicuro all’interno della chiesa San Francesco. Nell’attesa che mettesse di piovere si è continuato a pregare tutti insieme davanti all’immagine della Madonna adagiata dinanzi l’altare maggiore. Approfittando di un momento in cui la pioggia ha cessato di venire giù il quadro è stato nuovamente riposto sul fercolo per proseguire la processione ma pochi istanti dopo, all’altezza di piazza Sgriccio, ha ripreso a piovere anche in maniera insistente. Sono stati ancora una volta momenti concitati con i portatori del fercolo che hanno spinto animosamente la vara per via Vittorio Emanuele sino a trovare riparo sotto l’arco di via Gramsci.

Dopo diversi minuti di attesa con la pioggia che non smettere di battere si è decisi di far rientrare il quadro in chiesa Madre per sicurezza. Sono stati i Carabinieri della locale Stazione con una propria auto a caricare a bordo l’Icona della Madonna dell’Elemosina per portarla in Basilica dove è stata introdotta velocemente all’interno e posta nella sua cappella. Insomma è stata una processione che di sicuro passerà nella storia e sarà ricordata negli annali.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here