Biancavilla: posa della prima pietra per la nuova chiesa “Santissimo Salvatore”

I lavori per la realizzazione della struttura con architettura moderna avranno la durata di 2 anni

0
2752

Posa della prima pietra questa mattina per la costruzione della nuova chiesa “Santissimo Salvatore” che sorgerà nel quartiere “Spartiviale” a Biancavilla inglobando quella già esistente. Stamani grande festa alla presenza delle autorità religiose, civili e militari. A non voler mancare sono stati in tantissimi assiepando ogni spazio. L’opera sarà di architettura moderna e si integrerà con l’ambiente circostante tra le case popolari e piazza Falcone-Borsellino. Il finanziamento è per il 75% a carico della CEI (Conferenza Episcopale Italiana) e per il 25% a carico del comune di Biancavilla per un totale di spesa pari a circa 1 milione e mezzo di euro. Il progettista è l’ingegnere Maurizio Erbicella e la ditta incaricata per l’esecuzione dei lavori è la “Spinelli costruzioni”. I tempi previsti per il completamento sono di circa due anni. L’attuale chiesa nel quartiere è nata per volontà dell’allora parroco della chiesa Annunziata don Placido Brancato a seguito dell’espansione dell’abitato a sud della città. Siamo negli anni ’70. Il primo parroco è stato don Salvatore Castellano, successivamente don Alfio Salvà e dal 2001 è don Salvatore Verzì. Don Placido Brancato, questa mattina, era presente alla cerimonia e ha posto la firma insieme agli altri sulla pergamena che è stata inserita poi all’interno del blocco di pietra a perenne memoria.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here