Biancavilla: l’ex comandante della Stazione dei Carabinieri, Rapisarda, promosso a Ufficiale

Ha comandato la Stazione dal 2015 al 2019

0
132
Pubblicità

Promosso al rango di Ufficiale. Meritata promozione per l’ormai ex Luogotenente, comandante del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia dei Carabinieri di Randazzo, Roberto Rapisarda. Dopo aver superato tutte le prove concorsuali dunque per lui si apre la carriera di Ufficiale iniziando con il grado di Sottotenente. Lo ricordiamo Roberto Rapisarda è stato alla guida della Stazione dei Carabinieri di Biancavilla per 4 anni, dal marzo 2015 al marzo 2019 lasciando fra i cittadini un buon ricordo per le sue doti umane e professionali dimostrate e messe in campo sempre al servizio della cittadinanza condividendone gioie e dolori. Originario di Giarre durante la sua carriera ha diretto diverse Stazioni, in provincia di Lecco, a Lampedusa affrontando la delicata realtà degli sbarchi degli immigrati, a Fiumefreddo e a Palagonia. Nel 2006 ha partecipato in Iraq all’operazione “Antica Babilonia” atta a mantenere la pace. Militare con alle spalle una grande esperienza ha assunto diversi incarichi di rilievo e di grandi responsabilità tanto da essere insignito dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, del titolo di cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana. Oltre al suo lavoro di garante della pubblica incolumità e del rispetto delle regole, che nella sua vita ne ha fatto una missione, il Sottotenente Rapisarda è anche un missionario. Da moltissimi anni infatti presta servizio di volontariato per aiutare i bambini in Africa: è stato in Tanzania, nella Guinea-Bissau e in Kenya. Ha raccolto fondi per costruire pozzi d’acqua e strutture per migliorare la loro vita ma soprattutto ha portato tanto affetto e amore ai bambini africani sostenendoli anche nelle cure mediche. Esperienze queste che ha anche trascritto attraverso la pubblicazione di libri. Durante la sua permanenza a Biancavilla, incisiva è stata la sua attività contro la malavita con numerosi arresti e sequestri di armi e droghe facendo aumentare fra i cittadini la percezione della presenza dell’Arma e dunque dello Stato. Ha partecipato attivamente alla vita sociale della città. Ha tenuto moltissimi incontri con gli studenti delle varie scuole per parlare di legalità ma anche delle sue missioni da volontario in Africa. Il 24 agosto 2019, l’Associazione “Maria Santissima dell’Elemosina” ha voluto dare uno speciale riconoscimento al Luogotenente Roberto Rapisarda; lo scapolare della Madonna dell’Elemosina, divenendone socio onorario, poiché ha sempre dimostrato di onorare il suo lavoro nell’Arma dei Carabinieri con zelo, serietà e impegno; e per avere espresso in varie occasioni sentimenti di devozione alla Madonna dell’Elemosina sotto la cui protezione ha posto il suo servizio. Lo stesso Rapisarda ha testimoniato di aver ricevuto una particolare grazia per intercessione proprio della Madonna dell’Elemosina. Il 4 ottobre 2018, nel corso della tradizionale processione, è intervenuto con una pattuglia dei Carabinieri per porre al riparo dalla pioggia incessante l’Icona della Madonna. Momenti concitati che hanno visto il quadro della Vergine messo al sicuro all’interno dell’auto di servizio per essere trasportato e riposto in chiesa Madre. Nel marzo 2019 poi il trasferimento a Randazzo con l’incarico di comandante del NORM. Adesso la promozione a Ufficiale. Lunedi inizierà il corso a Roma e successivamente per lui si avvierà ufficialmente, ed è il caso di dirlo, la carriera di Ufficiale.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here