Biancavilla: l’estremo saluto a don “Ciccio”

0
276
L’estremo saluto, questo pomeriggio in chiesa Madre a Biancavilla. Si sono celebrati i funerali di don Francesco Furnari sacerdote salesiano e psicologo scomparso all’età di 72 lunedi scorso ad Alcamo in provincia di Trapani, dove esercitava la sua attività pastorale come parroco della chiesa “Anime Sante”. Martedi era stata la comunità di Alcamo a dargli l’estremo saluto con i funerali svolti nel cortile dell’oratorio salesiano ed oggi è stata la sua Biancavilla. Il rito funebre è stato presieduto dal Vicario Generale della Diocesi di Catania, Monsignor Salvatore Genchi, alla presenza del clero. Sono stati in tanti a voler essere presenti per rendere omaggio a don Francesco Furnari, persona molto stimata e amata da tutti coloro che lo hanno conosciuto e apprezzato per le sue doti umane e professionali. Uomo di grande spessore culturale e psicologico, umile, gentile e sempre disponibile con tutti. Don Ciccio, come tutti lo chiamavano e continuano a chiamarlo, prima della sua vocazione, ha esercitato l’attività di psicologo soprattutto nell’opera Cenacolo “Cristo Re” di Biancavilla a stretto contatto con Monsignor Giosuè Calaciura. Forte poi fu l’impegno come direttore della comunità “Sentiero speranza”, nata negli anni ’80, sempre al cenacolo, dove don Furnari si è occupato del recupero dei tossicodipendenti con meravigliosi risultati. Infatti in molti caduti nella spirale della droga, grazie al suo impegno, e alla comunità tutta, sono riusciti ad uscire da tunnel rifacendosi una vita. Reinserendosi nella società. Il suo impegno nel corso degli anni si è spinto alche oltre. È stato missionario a San Salvador, in America centrale, sempre accanto alle persone più disagiate. Don Francesco Furnari nonostante per molti anni è dovuto stare lontano dalla sua città non ha mai dimenticato le sue origini tenendosi sempre in contatto con la sua Biancavilla dove le sue spoglie riposeranno per sempre nella cappella di famiglia del Cimitero.

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here