Biancavilla: l’Arcivescovo di Catania approva il nuovo statuto della Collegiata e nomina i nuovi canonici

0
612

La Collegiata di Biancavilla si rinnova. Da oggi tutti i sacerdoti che operano in città faranno parte dell’antica e insegne istituzione fondata nel 1746 e confermata dalla Santa Sede nel 1924. A guidare il Capitolo della Collegiata è il Prevosto che, di regola, coincide con la figura del parroco della chiesa Madre. È stato proprio il prevosto don Agrippino Salerno a voler rinnovare la Collegiata intitolata a Santa Maria dell’Elemosina. La proposta è stata accolta dall’Arcivescovo di Catania mons. Salvatore Gristina che ha provveduto a nominare i sacerdoti quali nuovi Canonici. Il Capitolo della Collegiata ha la funzione di favorire legami di preghiera e di comunione tra i preti che operano nella chiesa biancavillese. Dopo l’approvazione delle modifiche di aggiornamento dello statuto, la Collegiata di Biancavilla è costituita dai canonici: don Agrippino Salerno, Prevosto, don Salvatore Novello, decano, don Antonino Tomasello, don Alfio Sarvà, don Giovambattista Zappalà, don Carmelo Tomasello, don Francesco Rubino, don Salvatore Verzì, don Ambrogio Monforte e don Salvatore Nicoletti. Canonico onorario è stato nominato mons. Giuseppe Sciacca, Segretario del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here