Biancavilla: “La scuola Luigi Sturzo riaprirà e sarà più bella di prima”. Il sindaco risponde a voci false

0
1978
Pubblicità

Intervento del Sindaco di Biancavilla Antonio Bonanno in merito a delle voci che si susseguono sul destino dell’istituto scolastico “Luigi Sturzo” che attualmente è chiuso a causa dei danni subito dalla scossa di terremoto del 6 ottobre. In una nota inviata dal Comune si legge: “Dobbiamo registrare come siano state messe in circolo falsità legate al fatto che la scuola rimarrà chiusa per chissà quanto tempo o che – addirittura – l’edificio debba essere demolito e ricostruito: francamente, ci sembra un’azione di sciacallaggio che non serve a nessuno. Che, per contro, appesantisce una vicenda sulla quale si sta conducendo una corsa contro il tempo per il recupero dei fondi e l’avvio dei relativi lavori di messa in sicurezza. Ad oggi, ci sentiamo di confermare che entro pochi mesi gli alunni torneranno regolarmente tra i banchi della “Sturzo”. “I genitori stiano tranquilli – spiega il dirigente scolastico, Giuseppina Furnari -. Stiamo lavorando assieme all’amministrazione comunale per trovare la soluzione migliore e creare meno disagi possibili agli stessi genitori. È un momento che richiede pazienza e lucidità. Di certo, non ci saranno conteiner: perché la scuola esiste non è scomparsa. E, di concerto con l’amministrazione, faremo in modo che i disagi siano ridotti al minimo”. “Ho ribadito più volte – interviene il sindaco Antonio Bonanno – che l’intento della mia amministrazione è quello di riportare, anzi, di migliorare lo stato strutturale dei nostri istituti. Gli eventi sismici dello scorso 6 ottobre ci hanno messo a dura prova: ma quello che non accetto è che si strumentalizzi su una questione che dovrebbe trovarci uniti. La “Luigi Sturzo” tornerà aperta, agibile e più bella. Per i nostri figli”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here