Biancavilla: identificati gli aggressori del 49enne in casa, si tratta di 4 minorenni

0
1801
Sono stati identificati e denunciati i 4 malviventi che nella notte tra sabato e domenica, a Biancavilla, hanno fatto irruzione all’interno di un’abitazione di 94enne aggredendo il nipote, 49enne, che nel frattempo era giunto sul posto dopo essere stato allertato da alcuni vicini di casa dell’anziano. Si tratta di 4 biancavillesi, tutti minorenni tra i 16 e i 17 anni. I Carabinieri sono giunti allo loro identificazione in poche ore. Per loro non è scattato l’arresto poiché non presi in flagranza. I 4 avevano fatto irruzione nella casa, sita in pieno centro storico, dopo avere sfondato la porta di ingresso a pedate per cercare di arraffare denaro e preziosi ma all’arrivo del nipote dell’anziano, che era presente in casa, n’è scaturì una colluttazione dove ad avere la peggio è stato il 49enne che aggredito dai 4 ha riportato diverse ferite al volto e alla testa e soccorso successivamente da un’ambulanza del 118 e trasportato in ospedale dove è stato medicato e ricoverato per esami clinici più approfonditi. I Carabinieri tramite la testimonianza della vittima e un’attività investigativa sono riusciti, come detto, a risalire alla banda denunciando i 4 componenti. Intanto proseguono gli atti di microcriminalità nel territorio. Sono frequenti i furti ai danni di esercizi commerciali ed abitazioni private che creano ansia, paura e senso di insicurezza tra la gente. L’ultimo episodio in ordine cronologico è accaduto la notte scorsa a Biancavilla dove ignoti hanno forzato la saracinesca di un esercizio commerciale in pieno centro storico per entrare all’interno alla ricerca di denaro. Hanno arraffato pochi spiccioli, e messo il locale a soqquadro. Poi sono usciti, hanno abbassato la saracinesca e si sono allontana indisturbati. È stato il proprietario ad accorgersi dell’accaduto, questa mattina, appena recatosi a lavoro. Intanto da più parti si invoca un maggior controllo del territorio soprattutto nelle ore notturne ma se a questo si aggiunge il fatto che alcune delle Caserme di pertinenza della Compagnia dei Carabinieri di Paternò, durante le ore notturne, spesso sono costrette a chiudere, per mancanza di personale, la situazione sembra essere non proprio delle migliori.

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here