Biancavilla: Giorgia “inaugura” il nuovo ospedale, struttura già operativa

0
7323
Pubblicità


È pienamente operativo da oggi il nuovo ospedale di Biancavilla “Maria SS. Addolorata”. Trasferiti quasi tutti i reparti dalla vecchia struttura in quella nuova. Aperto ufficialmente da oggi anche il nuovo Pronto Soccorso e cessa così di funzionare quello vecchio. Ad essere istituito, proprio nel Pronto Soccorso, un servizio di guardia con la presenza di personale atto alla sicurezza. Intanto questa mattina sopralluogo dei vertici dell’ASP di Catania. Il direttore generale Giuseppe Giammanco, il direttore del distretto ospedaliero Paternò-Biancavilla-Bronte, Giuseppe Spampinato, il direttore amministrativo dell’ASP Daniela Faraoni, il direttore sanitario dell’ospedale Pietro Ciadamidaro e tutti i primari dei reparti.

È stata la piccola Giorgia ad “inaugurare” la nuova struttura nascendo alle 13:08 nel reparto di Ostetricia. Giorgia è figlia di una giovane coppia di Adrano Maria Concetta e Francesco Censabella di 28 anni, genitori di altri due bambini di 4 e 6 anni. Ma ecco come sarà strutturata tutta la rete ospedaliera dislocata nei padiglioni A, B e C. La struttura, di via Marconi, sorta sotto la circonvallazione, (padiglione A), ospiterà al momento il Laboratorio di Analisi ma nel progetto dell’ASP figurano, per l’immediato futuro, anche la Guardia Medica, il Consultorio e l’Ufficio Igiene, oggi tutti allogati in locali in affitto. Nella struttura che è stata operativa sino ad oggi (padiglione B) resterà la Medicina Interna che prevede la Lungo Degenza, il reparto Psichiatrico Diagnosi e Cura (PDC) e la Cardiologia. Previsto successivamente il trasferimento del Laboratorio di Analisi dal padiglione A a quello B. La nuova struttura (padiglione C) vede al piano terra il Pronto Soccorso e la Radiologia. Al primo piano il “blocco parto”: Ostetricia e Ginecologia e Pediatria. Al secondo piano l’Ortopedia  e Traumatologia e il “blocco operatorio” con tre sale operatorie. Al terzo piano invece sarà, entro un mese, operativo il reparto di Rianimazione con 8 posti letto e che a detta degli operatori sanitari è all’avanguardia. Inoltre, come già risaputo, è stata progettata, approvata e finanziata anche la costruzione della pista per l’atterraggio dell’elisoccorso proprio accanto l’ospedale, nell’area che sino a pochissime settimana fa è stata utilizzata come “area cantiere”. Insomma la struttura è già operativa e pian piano sta entrando a regime. Per la cerimonia di inaugurazione ufficiale bisognerà aspettare ancora qualche settimana intanto questa mattina è stata benedetta da fra Antonio Vitanza, dell’Ordine dei Frati Minori, presente durante il sopralluogo dei dirigenti e tecnici.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here