Biancavilla: addio al Cavaliere Salvatore Pellegrino, storico fotografo

0
4751
Ha immortalato 40 anni di storia di Biancavilla e non solo. Se n’è andato ieri sera, alle 23:30, nella sua Belpasso, il Cavaliere Salvatore Pellegrino, uno dei più conosciuti fotografi dal dopo guerra a Biancavilla. Nato il 6 novembre 1935, aveva 82 anni. È stato un malore improvviso a portarselo via. Dopo avere iniziato la sua carriera a Belpasso in uno studio fotografico, si mise in proprio aprendone uno tutto suo a Biancavilla accanto alla chiesa Santa Maria dell’Idria, in pieno centro storico. Era il luglio 1956. Studio che successivamente fu trasferito in via Vittorio Emanuele. Ha esercitato per 41 anni, sino al 1997 quando andò in pensione lasciando le redini al figlio che ancora oggi prosegue l’attività. Salvatore Pellegrino è stato insignito con il titolo di Cavaliere del lavoro nel 1983 grazie ad una giuria francese che lo ha premiato soprattutto per una foto in particolare dove immortalava fra Luigi Albanese dell’ordine dei frati minori che in quegli anni esercitava la sua missione nel convento francescano biancavillese. Durante la sua carriera di fotografo ha seguito numerosi eventi che hanno fatto la storia di Biancavilla tra la fine degli anni ’50 e sino alla soglia del nuovo millennio. Inaugurazioni di strutture, avvenimenti sportivi, incontri politici, ai tempi della Democrazia Cristiana, con l’ex Sindaci Carmelo Nicosia, Nino D’Asero, Andrea e Dino Laudani e tanti altri ma anche ai tempi dei prevosti monsignor Giosuè Calaciura e monsignor Carmelo Maglia. Sono moltissime le foto scattate da lui che rimarranno per sempre nei ricordi di chi lo ha conosciuto e non solo. Con lui se n’è va un pezzo di storia. I funerali si terranno domani pomeriggio, alle 16:30, nella chiesa Sant’Antonio Abate a Belpasso dove viveva insieme alla moglie, i figli e i nipoti.

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here