Biancavilla: 2,5 milioni di euro per la mitigazione del rischio idraulico. Si interverrà in contrada Scirfi, in via Taranto e nei punti critici della del centro abitato

0
111
“Per la mitigazione del rischio idraulico siamo riusciti a intercettare fondi per 2,5 milioni di euro dal Ministero dell’Interno. Si tratta di 3 grossi interventi che cambieranno l’assetto della nostra città”. A dichiararlo, il Sindaco di Biancavilla, Antonio Bonanno. “Realizzeremo nuove strutture per mettere al sicuro tutto il territorio da inondazioni e frane. –dice il primo cittadino- In questo senso si tratta di una vera e propria modernizzazione rispetto al vecchio disegno della città con fognature e scarichi immaginati per una città di 50 anni fa. Parlarne oggi e, soprattutto, affrontare concretamente la situazione è di stringente attualità se solo pensiamo al ‘batticuore’ provocato pochi giorni fa dall’annunciato arrivo del ciclone ‘Medicane’ (poi, per fortuna, scongiurato). Va detto che si tratta di interventi necessari e non più rinviabili, magari poco visibili rispetto alla realizzazione di una bella piazza ma assai utili per la sicurezza di tutti i cittadini. –prosegue Bonanno- Senza il sostegno di fondi esterni non avremmo mai potuto affrontare una spesa del genere. Per questo va sottolineato e apprezzato il lavoro della ‘squadra’ comunale che è riuscita a trovare i finanziamenti necessari e, subito dopo, a concentrarsi sui progetti che rendono concrete le realizzazioni delle opere.
Interverremo in contrada Scirfi con un milione: i nostri tecnici sono al lavoro per redigere il progetto che prevede la realizzazione di vasche di laminazione. A marzo metteremo a bando i lavori.
Un altro milione sarà utilizzato per la zona di Via Taranto dove la progettazione per la realizzazione di vasche di laminazione è stata aggiudicata. Anche in questo caso il bando dei lavori è previsto per il mese di marzo.
Nei punti critici dell’abitato – Viale dei Fiori, Via Cristoforo Colombo, Ospedale e Via Giacomo Matteotti – interverremo con un importo di 500 mila euro per allestire un sistema di captazione delle acque con caditoie e, dove sarà necessario, con impianti di sollevamento e rilancio. La progettazione è stata aggiudicata, la pubblicazione del bando dei lavori è prevista entro il 20 dicembre”.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here