Adrano: tir giù da viadotto. Le salme delle due vittime riconsegnate alle famiglie

0
2249
Pubblicità

Ancora lacrime per la città di Adrano. Una tragedia ha scosso ancora una volta gli adraniti. Ieri, poco dopo le 12, in un terribile incidente stradale, avvenuto sull’autostrada A2 del Mediterraneo, tra gli svincoli di Campagna e Contursi, lungo la Salerno-Reggio Calabria, in territorio di Salerno, hanno perso la vita due adraniti: si tratta di Alfio Petrina di 60 anni e di Roberto Campo di 49. I due viaggiavano a bordo di un grosso camion e per cause da accertare, dopo avere divelto il guardrail laterale, il mezzo è precipitato dal viadotto “Tenza” facendo un volo nel vuoto di oltre 30 metri non lasciando alcuno scampo ai due amici che stavano facendo rientro a casa; ad Adrano. Sono stati inutili i soccorsi da parte del personale medico del 118 e dei Vigili del Fuoco intervenuti per estrarre il corpo del conducente, Petrina, dalle lamiere accartocciate, mentre il corpo di Campo è stato trovato fuori dall’abitacolo. Ad occuparsi dei rilievi, la Polizia Stradale. La notizia della morte dei due uomini è stata comunicata ai familiari dagli agenti di Polizia del Commissariato di Adrano. La dinamica del sinistro è come detto al vaglio della Stradale. Il mezzo pesante precipitato dal viadotto era guidato dal 60enne Alfio Petrina mentre il 49enne Roberto Campo era seduto nel lato passeggero. I rottami del camion sono stati posti sotto sequestro e messi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per l’avvio delle necessarie indagini utili per far chiarezza sulla dinamica dell’accaduto. Sembrerebbe che nessun altro mezzo sia coinvolto nell’incidente. Tra le ipotesi più accreditate dalle forze dell’ordine quella che il tir sia sbandato a seguito dello scoppio di uno pneumatico sfondando poi la barriera protettiva laterale che non ha retto l’urto del camion (bisognerà approfondire la regolarità della struttura metallica) per poi precipitare giù. Le salme dei due malcapitati ieri erano state poste sotto sequestro ma questa mattina sono state dissequestrate e messe a disposizione dei familiari. Intanto, come detto, la comunità adranita è sotto shock per l’ennesima tragedia che ha colpito la città.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here