Adrano: sgominata banda di spacciatori. La Polizia arresta 13 persone

0
310

Sgominata dalla Squadra  Mobile di Catania e dagli agenti del commissariato di Adrano un gruppo di pusher, al cui interno operavano anche dei minorenni. In particolare la Polizia di Stato all’alba di oggi con l’operazione “The King” ha dato esecuzione a 16 ordine di custodia cautelare in carcere; altri 7 soggetti sono indagati a piede libero nell’ambito della stessa inchiesta. I poliziotti hanno però eseguito solo 13 ordinanze: tre mancano all’appello. Uno si trova detenuto all’estero,, un altro per il momento è irreperibile essendo fuori Italia. Un terzo soggetto, invece, è morto di recente per cause naturali. I componenti della banda che operava ad Adrano, sono indagati, a vario titolo, per associazione per delinquere finalizzata al traffico ed allo spaccio di sostanza stupefacente, per reati in materia di armi e per estorsione. Ad alcuni è contestata anche l’aggravante di avere agevolato la cosca mafiosa ‘Scalisi’. Delle persone arrestate dalla polizia  due erano minorenni ai tempi dei fatti contestati. Le indagini hanno permesso di ricostruire la gerarchia dell’organizzazione criminale dedita “al traffico di cocaina e marijuana” sotto la ‘copertura mafiosa’ del clan Scalisi. Il ruolo di “promotore” e fornitore abituale sarebbe riconducibile a Salvatore Giarrizzo. Invece, Sebastiano Di Stefano (che si faceva chiamare The King della marijuana) sarebbe l’organizzatore dello spaccio. Le indagini sono state avviate nel 2017 e si sono concluse recentemente, avvalendosi anche delle dichiarazioni di tre collaboratori di giustizia Valerio Rosano, Vincenzo Pellegriti e Nicola Amoroso. Sebastiano Di Stefano, nonostante fosse agli arresti domiciliari, avrebbe continuato a spacciare anche  dinnanzi alla sua abitazione. La Procura lo accusa di aver trasformato la sua dimora in una base logistica dell’associazione, nonché il luogo di custodia non solo della droga ma anche dei proventi dell’attività illecita e delle armi. Secondo la  Procura la piazza di spaccio, aveva un volume d’affari pari a circa 1.000 euro al giorno. Il 28 maggio del 2018 Di Stefano era stato arrestato nei pressi della sua abitazione e sono stati sequestrati una pistola calibro 7,65 con matricola abrasa e munizioni, un chilogrammo circa di marijuana e 30 grammi circa di cocaina. A Di Stefano in passato sono stati contestati 33 episodi di evasione dagli arresti domiciliari.

GLI ARRESTATI

• DI STEFANO Sebastiano Mario (cl.1989)

• GIARRIZZO Salvatore (cl.1991)

• BARBERA Claudio (cl. 2000)

• CARUSO Carmelo (cl.1977)

• CARUSO Davide ( cl. 1993)

• KARAJA Kristina (cl.1998)

• GORGONE Giuseppe (cl. 2000)

• LIOTTA Vito (cl.1998)

• LIOTTA Vito (cl.1991)

• LUCIFORA Mario (cl 1988)

• NICOLOSI Giuseppe (cl.1987)

• PARASILITI Natale Luca (cl. 1991)

• PERNI Antonio (cl. 1998)

• S.D. (all’epoca dei fatti minorenne).

• V.F. (all’epoca dei fatti minorenne)

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here