Adrano: pronta mozione di sfiducia per il Sindaco D’Agate

0
443
14 Consiglieri Comunali di Adrano hanno preparato una mozione di sfiducia nei confronti del Sindaco Angelo D’Agate. Si tratta di Samuele Avellino, Carmelo Santangelo, Aldo Di Primo (Presidente dell’Assise civica), Carmelo Pellegriti, Giuseppe Rapisarda, Angela Chiara, Gloria Stancabiano, Irene Cinardi, Salvatore Coco, Angela Branchina, Agatino Perni, Paolo Politi, Federico Floresta e Maria Grazia Ingrassia. La normativa prevede che la mozione di sfiducia al Sindaco deve essere “motivata” e sottoscritta” da almeno due quinti dei consiglieri assegnati (nel caso del Comune di Adrano, quindi, da almeno 10 consiglieri comunali). Per essere approvata, la mozione deve essere votata favorevolmente da almeno i due terzi dei consiglieri assegnati (nel caso del Comune di Adrano da almeno 16 consiglieri) ed in caso di approvazione ne consegue l’immediata cessazione degli organi del Comune e si procede con decreto del Presidente della Regione, su proposta dell’assessore per gli Enti Locali, alla dichiarazione di anticipata cessazione dalla carica degli organi elettivi del Comune, nonché all’Amministrazione dell’Ente. Nella lunghissima motivazione preparata e sottoscritta dei 14 consiglieri di legge: “L’attuale amministrazione è stata eletta nel giugno 2018, con una rappresentanza non cospicua in Consiglio Comunale, un numero non stabile e non in grado di sostenere il programma elettorale del Sindaco eletto, infatti le liste che sostenevano l’attuale Sindaco hanno eletto cinque consiglieri comunali su ventiquattro. Tale coalizione politica, per detta del Sindaco e dei suoi alleati, avrebbe dovuto immediatamente aggredire e risolvere gran parte dei problemi atavici di Adrano quali: viabilità, traffico, verde pubblico, manutenzione stradale, pulizia della città, riorganizzazione del personale comunale, tutti interventi che non richiedevano, tra l’altro, particolari risorse economiche e finanziarie, ma solo una migliore e più dinamica organizzazione generale dei servizi pubblici locali. Nessuno di questi aspetti è stato mai adeguatamente affrontato né tanto meno risolto, sia nell’immediatezza e nemmeno a distanza di oltre due anni e mezzo dall’insediamento del Sindaco, dimostrando un totale fallimento amministrativo che sta, di fatto, compromettendo irreparabilmente la tenuta sociale dell’intera comunità adranita. In funzione di tutto ciò i sottoscritti consiglieri comunali si sono fatti promotori dell’iniziativa di presentare questa mozione di sfiducia, con contestuale richiesta al sig. Presidente del Consiglio comunale di fissazione della seduta straordinaria del Consiglio per discuterne e deliberare in merito, ritenendo che, nell’esclusivo interesse della città di Adrano e della popolazione adranita tutta, sia assolutamente indispensabile e non più rinviabile porre anticipatamente fine a questa pessima amministrazione, che ha segnato un solco profondo tra sindaco e cittadini, sempre più sfiduciati da questa politica e da questo modo di amministrare la cosa pubblica, pur nella consapevolezza che l’eventuale approvazione della presente mozione comporterà anche la cessazione anticipata dell’interno Consiglio comunale”.
E sempre nella mozione pronta per essere presentata si specificano tutti i vari punti dove, a dir dei firmatari, l’amministrazione ha dimostrato il più assoluto fallimento non rispettando il mandato politico popolare ricevuto: Sanità (con l’emergenza Covid), rifiuti, turismo e cultura, urbanistica, sport, sicurezza urbana, viabilità e sicurezza stradale, tributi, assistenza e solidarietà sociale, edifici scolastici, danni allo sviluppo della città. I 14 consiglieri comunali chiedono al presidente dell’Assise di convocare un’apposita seduta consiliare per discuterle la mozione di sfiducia invitando gli altri colleghi consiglieri ad approvarla “guardando gli interessi generali e collettivi della città di Adrano e degli adraniti anzichè a quelli personali e di gruppo, scrivendo anticipatamente la parola “fine” a questa dannosa sindacatura”.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here