Adrano: denunciato il titolare del deposito di bombole abusivo

0
394
È stato individuato e denunciato a piede libero, per aver detenuto senza la prevista concessione prefettizia bombole di gas per una capacità di accumulo di 1.425 chilogrammi, il titolare del deposito abusivo nei pressi del quale, nella serata di sabato scorso, è avvenuta l’aggressione ai danni di due agenti di polizia del Commissariato adranita che erano intervenuti per la segnalazione di una fuga di gas. La vicenda aveva condotto all’arresto di una donna di 36 anni, poi liberata dal Gip e alla denuncia della figlia minorenne, per i reati di resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale e danneggiamento aggravato. All’interno del deposito era stata riscontrata la presenza di ben 89 bombole, ammassate all’interno di un locale di appena una trentina di metri quadrati, privo dei previsti requisiti antincendio, senza idoneità alcuna per le finalità cui era stato adibito. All’esterno, inoltre, su un furgone parcheggiato erano state rinvenute ulteriori 8 bombole, a riprova di un’attività di commercio senza le previste autorizzazione di legge. È stato accertato, così, come il locale adibito arbitrariamente a deposito fosse assolutamente non idoneo e privo di certificazione di prevenzione incendi, mentre il proprietario era sprovvisto delle licenze e delle concessioni per esercitare l’attività in questione, specificatamente previste per l’ingente numero di bombole rinvenute. Il locale posto in sicurezza con l’ausilio dei Vigili del Fuoco, è stato sequestrato così come le bombole che sono state trasferite in sicurezza in un deposito idoneo. Grazie al pronto intervento della volante, ripristinando le condizioni di legalità, si è immediatamente interrotto il protrarsi di grave rischio per la pubblica incolumità, considerato soprattutto come il deposito in questione si trovasse in un quartiere popolare densamente abitato. Sono in corso ulteriori accertamenti e si stanno valutando altre contestazioni, anche di natura amministrativa, in merito all’attività commerciale svolta in forma totalmente abusiva.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here