Adrano: Consigliere Comunale arrestato per detenzione di arma clandestina, munizioni e ricettazione

0
890
Pubblicità

È Giuseppe Rapisarda, il Consigliere Comunale di Adrano arrestato dai Carabinieri della Stazione di Biancavilla con l’accusa di detenzione di arma clandestina, munizioni e ricettazione. Il politico che è amministratore unico di una farmacia del centro cittadino adranita, è stato destinatario di un Decreto di perquisizione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Catania, eseguito dai Carabinieri che in un primo momento hanno proceduto al controllo dei locali della farmacia – sita in una via centrale di Adrano –, estendendo successivamente le ricerche anche all’autovettura dell’uomo all’interno della quale, i militari, hanno rinvenuto, nascosta in un borsello sotto il sedile anteriore passeggero, una Pistola Beretta Cal. 6.35 con matricola abrasa, munita di caricatore inserito con 4 proiettili. L’arma, immediatamente posta sotto sequestro, nei prossimi giorni sarà inviata agli esperti del Reparto Investigazioni Scientifici di Messina, per essere sottoposta a specifici esami tecnico-balistici, volti anche ad accertarne l’eventuale utilizzo in occasione di precedenti eventi criminosi. Il Consigliere Comunale, all’esito del giudizio di convalida dell’arresto da parte del G.I.P. del Tribunale di Catania, è stato sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari. Giuseppe Rapisarda, 39 anni, è stato Consigliere Comunale anche nella passata legislatura durante la sindacatura di Angelo D’Agate, in opposizione, eletto nel 2018, con 427 voti nella lista della Lega facente parte della coalizione del candidato Sindaco Aldo Di Primo. Ricandidatosi alle Amministrative dell’ottobre 2021 (che hanno visto vincere il Sindaco Fabio Mancuso) nella lista di Fratelli d’Italia, nella coalizione a sostegno del candidato sindaco Carmelo Pellegriti, ha conquistato il seggio in aula con 356 voti. La notizia dell’arresto del consigliere comunale ha scosso la comunità adranita e ovviamente il mondo della politica. La vicenda giudiziaria che sta interessando il consigliere Rapisarda dunque potrebbe portare a dei risvolti politici a cominciare della sua sostituzione in aula con il primo dei non eletti per non parlare anche delle prese di posizioni che probabilmente non tarderanno ad arrivare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here