Terremoto: il vice Premier Di Maio in visita nei comuni colpiti dal terremoto

0
1020

Visita, questa mattina, nei comuni colpiti dal terremoto dello scorso 6 ottobre, da parte del vice presidente del Consiglio dei Ministri, Luigi Di Maio. La prima tappa del vice premier è stata Paternò, sulla collina storica dove ha incontrato il Sindaco, Nino Naso, per poi fare ingresso nella Matrice. Dopo pochi minuti la carovana si è spostata a Ragalna, in piazza Cisterna. Anche qui ad attenderlo il Sindaco, Salvatore Chisari. Di Maio è entrato per dare un’occhiata nelle due chiese danneggiare dal sisma: Madonna del Carmelo e poi a Santa Barbara. Subito dopo è stato il comune di Santa Maria di Licodia ad accogliere il vice Premier che è giunto in piazza Umberto dopo ad attendere c’era il Sindaco, Salvatore Mastroianni. Alla sua attenzione è stata posta la situazione strutturale dell’antico palazzo Ardizzone di via Vittorio Emanuele, sede del Museo Civico e della biblioteca comunale che ha avuto maggiori danni dalla scossa sismica. Tappa successiva è stata Biancavilla. L’accoglienza è stata davanti la scuola elementare “Guglielmo Marconi” di via Vittorio Emanuele. Di Maio insieme al Sindaco, Antonio Bonanno, è entrato all’interno dell’istituto scolastico per rendersi conto di persona dei crolli verificatisi. Ultimo comune ad essere visitato, Adrano. A riceverlo il Sindaco, Angelo D’Agate, in via Roma, per entrare all’interno dell’istituto scolastico “Canonico Bascetta” che si trova nei locali del Monastero Santa Lucia. Poi ci si è spostati all’interno della chiesa Madre in piazza Umberto. Ad accogliere Di Maio tanta gente che più volte lo ha applaudito. Concluso il tour il vice Premier si è spostato in elicottero nei comuni colpiti dalle alluvioni dei giorni scorsi: Piazza Armerina, Scordia, Palagonia, Militello, Lentini e Carlentini. Tutti i presupposti in merito alla “vicinanza” del Governo centrale alle zone colpite dalle calamità naturali ci sono adesso si spera solo che il tutto non si riduca ad una semplice passerella.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here