Paternò: Andrea Befumo resta in carcere per avere ucciso il fratello, arresto convalidato dal GIP

0
914
Andrea Befumo resta in carcere. A deciderlo il Giudice per le indagini preliminari Stefano Montoneri, dopo l’udienza di convalida svoltasi ieri. Andrea Befumo, 34enne, paternese, è l’autore dell’omicidio del fratello Paolo, di 40 anni, avvenuto nella notte tra giovedi e venerdi scorsi in via Pergusa a Paternò. L’indagato, assistito dall’avvocato Vittorio Lo Presti, resta dunque richiuso nel carcere di piazza Lanza. Ha collaborato con gli inquirenti rispondendo alle domande del giudice narrando i fatti accaduti. L’omicidio sarebbe maturato dopo l’ennesima richiesta di denaro da parte della vittima, che secondo i Carabinieri era tossicodipendente, al fratello Andrea. Dopo una furiosa lite, dapprima avvenuta all’interno di un locale pubblico e poi trasferitasi in via Pergusa, la sparatoria con Andrea Befumo che ha sparato 4 colpi di pistola calibro 38 contro il fratello Paolo ferendolo gravemente al volto e al petto per poi morire in ospedale.

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here