Catania: sequestrati oltre un milione di articoli illeciti, denunciato cittadino cinese

0
416
La Guardia di Finanza del Comando Provinciale e il personale dell’Agenzia delle Dogane di Catania, hanno individuato sequestrato merce illecita ad un cittadino di etnia cinese al Porto di Catania. Seguendo un container sospetto proveniente dalla Cina, sbarcato da una nave attraccata alla Stazione marittima merci, i finanzieri ed i doganieri hanno proceduto al controllo presso la sede dell’importatore dei beni trasportati. All’apertura del container e dal riscontro delle prime scatole poste nella prossimità delle porte d’accesso, la merce sdoganata è risultata conforme e regolare. Ma questo era uno stratagemma per eludere i controlli e proteggere il resto della merce che invece non era regolare. Dietro gli articoli legali, infatti, si celavano numerosi colli contenenti beni vietati alla commercializzazione in Italia e nell’Unione Europea (giocattoli, prodotti di cartoleria, lacche per capelli, colle per insetti o topi, silicone in tubetti) perché non rispondenti alla normativa comunitaria posta a tutela della salute dei consumatori.
Tra questi vi erano anche bombolette spray del tipo “Blade Spitter” contenenti il famigerato gas ODS, altamente nocivo per la salute dello strato d’ozono dell’atmosfera terrestre. È stata accertata anche la falsa documentazione che accompagnava il trasporto della merce. I successivi controlli hanno anche permesso di scoprire un enorme deposito di beni contraffatti in violazione alla sicurezza dei prodotti. Un vero e proprio bazar dell’illecito, nella libera disponibilità del cittadino cinese destinatario del container che non è stato in grado di esibire nessuna documentazione fiscale né amministrativa che giustificasse la legittima provenienza della merce presente all’interno del magazzino di proprietà e posta alla vendita. È stato dunque denunciato all’Autorità Giudiziaria per i reati di contrabbando, ricettazione, contraffazione, frodi contro le industrie nazionali, vendita di prodotti industriali con segni mendaci (Made in Italy) ed è stato segnalato alla locale Camera di Commercio della Sicilia Orientale per vendita di prodotti non in linea con le prescrizioni previste dalle norme relative alla sicurezza dei prodotti stessi.

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here