Catania: picchiato il padre del conducente della Seat Leon ricoverato dopo l’incidente sulla SS 121 che costò la vita a 4 adraniti

0
5658
Un gruppo composto da diverse persone si sarebbe introdotto all’interno dell’ospedale Cannizzzaro di Catania con lo scopo di aggredire Giuseppe Cusimano, il 40enne adranita, che la notte tra sabato 12 e domenica 13 scorsi era alla guida della Seat Leon che poi si è schiantata contro il guardrail sulla Statale 121, all’altezza di Piano Tavola, provocando la morte di 4 giovani che si trovavano nella macchina (tutti di Adrano). Lo ricordiamo il 40enne, unico superstite della tragedia, ha riportato la frattura di una caviglia e qualche escoriazione ed è ricoverato nel reparto di ortopedia dell’ospedale catanese. All’indomani dei funerali della quattro vittime: Erika, Manuel, Salvo e Lucrezia, che hanno visto la partecipazione di oltre un migliaio di persone, sarebbe scattato il raid punitivo nei suoi confronti. Giovedi scorso, infatti, il gruppo ha tentato di individuare la stanza dove il 40enne è ricoverato con lo scopo di aggredirlo. A darne notizia, questa mattina, il quotidiano “La Sicilia”. Gli aggressori però non sarebbero riusciti nell’intento poiche non hanno trovato la stanza ma hanno dato sfogo alla rabbia di vendetta nei confronti del padre del ricoverato che si trovava nella sala di attesa. L’anziano è stato spintonato e picchiato tanto da dover ricorrere alle cure del Pronto Soccorso. 30 i punti di sutura in testa praticati dai medici. Degli aggressori nessuna traccia, dopo il fattaccio si sono dileguati. Le forze dell’ordine stanno ora indagando per cercare di risalire agli autori.

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here