Catania/Paternò: due arresti per droga e armi

0
1033
I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Fontanarossa, insieme ai colleghi dello Squadrone Eliportato Cacciatori di Sicilia e dalla Stazione di Plaia, hanno arrestato in flagranza il 72enne catanese Antonino Rossello, per detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti, e il 50enne Giovanni Vilardita di Paternò, per spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti, e detenzione di armi clandestine. Monitorando gli spostamenti del catanese, gli investigatori dell’Arma lo hanno seguito dal viale Grimaldi, nel quartiere Librino di Catania, fino all’interno di una azienda agricola di contrada Gerbini, nelle campagne ricadenti nel territorio di Paternò, dove lo aspettava il 50enne il quale, dopo un breve conciliabolo, gli ha consegnato una busta di plastica che il 72enne ha riposto nel bagagliaio della propria autovettura per poi ripartire in direzione del capoluogo etneo. I militari lo hanno poi bloccato e perquisito rinvenendo nella “Fiat Punto” sulla quale viaggiava, la busta di plastica contenente circa un 1 chilogrammo di marijuana, già suddivisa in dosi, 5 grammi di crack, e 1.060 euro in contanti, presumibilmente provento dell’attività illecita. Contestualmente un’altra pattuglia dei militari ha fatto irruzione nell’azienda agricola dove hanno rinvenuto e sequestrato una pistola marca Beretta, calibro 7.65, con la matricola cancellata; un revolver calibro 32, privo di matricola; un fucile monocanna marca Beretta, calibro 28, con la matricola cancellata; 31 cartucce di diverso calibro; 120 grammi di marijuana, in parte suddivisa in dosi e materiale comunemente utilizzato dagli spacciatori per confezionare le dosi di stupefacente da porre in commercio. Gli arrestati sono stati rinchiusi nel carcere di piazza Lanza a Catania.

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here