Biancavilla: celebrati i funerali di Antonio La Cava, travolto e ucciso sulla Statale 121

0
6347

Sono stati celebrati, questo pomeriggio, nella chiesa “Cristo Re” a Biancavilla, i funerali di Antonio La Cava, il 47enne morto tragicamente, la sera del 31 gennaio, lungo la Statale 121. L’uomo, insieme ad un amico, si stava recando a Catania a bordo di una Lancia Y10. Auto che è rimasta in panne per mancanza di benzina. I due si cerarono a piedi, lungo la Statale, in un vicino rifornimento per riempire un bidone per poi rifornire la macchina ma nel momento di risalire in auto, La Cava, è stato travolto da un furgoncino guidato da un siracusano. Impatto che non ha lasciato scampo al biancavillese. Oggi, come detto, i funerali. Sono stati in tantissimi a volere rendere l’ultimo saluto. Parenti e tanti amici hanno affollato la chiesa e l’accompagnamento. I famigliari di La Cava hanno voluto che fosse la banda durante il corteo funebre. Sono stati intonati anche brani allegri. Lungo il tragitto sino al Cimitero sono stati scanditi applausi al grido di Antonio. Giunti al Sampo Santo sono stati esplosi fuochi d’artificio. Lo ricordiamo, La Cava, nel 2006, aveva ricevuto il “Premio Stissi” per aver contribuito a disincastrare il piede di una bambina rimasta bloccata in una grata in pietra lavica in piazza Roma durante il concerto del cantante Albano. Riuscì ad introdursi nella condotta agendo dall’interno favorendo il lavoro dei Vigili del Fuoco e dei medici del 118 che si trovavano accanto la piccola che finalmente dopo decine di minuti è riuscita a liberarsi.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here