Adrano: omicidio Maccarrone, condannato a 30 anni il mandante Antonio Magro

0
1166
A circa 3 anni mezzo di distanza arriva la condanna per Antonio Magro, legato al clan Morabito-Rapisarda di Paternò per l’omicidio di Maurizio Maccarrone avvenuto alle prime luci dell’alba del 14 novembre 2014 in via Cassarà ad Adrano sotto casa della vittima. Sono 30 gli anni di condanna inflitti a Magro che agì come mandante. L’omicidio, come si ricorderà è maturato per la gelosia di Magro nei confronti di Maccarrone in merito ad una presunta relazione con una donna. Ad eseguire materialmente l’omicidio furono Massimo Merlo, biancavillese, che ha sparato alla vittima e Massimo Di Maria, che guidava lo scooter utilizzato per l’atto criminale e per poi fuggire via. Il tutto immortalato dalle telecamere di video sorveglianza. Merlo e Di Maria, sono in carcere, e il processo a loro carico inizierà il 19 luglio. È stata un’intensa attività info-investigativa della Polizia ad incastrare il terzetto con intercettazioni e dichiarazioni di collaboratori di giustizia che hanno trovato riscontri. Antonio Magro è in carcere anche perché coinvolto dell’operazione “En plein” e per l’omicidio di Salvatore Leanza avvenuto a Paternò il 27 giugno 2014 nel viale dei platani. Il ruolo di Magro in questo caso sarebbe stato quello di vedetta.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here